REFRIGERANTE CO2

 

 

l Gruppo Volkswagen si è unito a Mercedes Dailmer (ma sembra unirsi anche BMW) nel decidere di non utilizzare il nuovo gas refrigerante R1234yf negli impianti di climatizzazione delle proprie auto.

Volkswagen prevede invece di implementare il biossido di carbonio CO2 (meglio nota come anidrite carbonica o anche come R744) per gli impianti di aria condizionata su tutta la sua flotta di veicoli al posto del gas HFO R1234yf (sviluppato da Honeywell e DuPont) in modo da soddisfare le più severe normative ambientali e ottenere una regolare omologazione delle sue nuove auto. 

Gli ingegneri Daimler hanno -da tempo- sollevato dubbi sulla sicurezza del nuovo gas R1234yf (hanno scoperto infatti che si potrebbe innescare facilmente un incendio sotto il cofano della macchina che potrebbe diffondersi in tutto il veicolo). Il nuovo gas refrigerante A/C R1234yf emette gas altamente tossici in caso di combustione. 

Il duo statunitense Honeywell e DuPont hanno investito molto nel portare sul mercato il nuovo gas refrigerante conforme alla nuova direttiva europea. A causa del suo alto prezzo (costo di circa 10 volte superiore all' R134a) l' R1234yf vede attualmente la sua applicazione commerciale solo sulle auto.

 I critici degli impianti A/C basati sul biossido di carbonio come refrigerante sostengono che occorre una riprogettazione completa e costosa degli impianti A/C attuali; inoltre la CO2 può causare sonnolenza ai passeggeri in caso di fuoriuscita nell'abitacolo e può innescare un aumento delle emissioni di carbonio indirette in quanto richiede potenzialmente più carburante per funzionare. 

Mentre Daimler ha venduto solo circa 1.500.000 Mercedes e Smart lo scorso anno, la decisione di Volkswagen farà perdere altri 9,3 milioni di veicoli al business di Honeywell e DuPont. 

Un portavoce di Volkswagen ha rifiutato di dire quando esattamente Volkswagen comincerà ad usare l'anidride carbonica nei suoi impianti A/C, giustificandosi in quanto tali informazioni sono rilevanti per i Concorrenti, ma ha escluso ogni possibilità che possano iniziare quest'anno. 

Il Presidente di Volkswagen Ferdinand Piech aveva segnalato nello scorso mese di Novembre che il suo Gruppo (costituito da Marchi che includono Audi, Porsche e Skoda) non avrebbe usato il nuovo gas HFO-1234yf a causa della sua infiammabilità. 

La Casa automobilistica tedesca Daimler Mercedes ha anche riferito che è disposta a pagare le sanzioni comminate dalla Commissione Europea per violazione della direttiva MAC pur di permettere ai suoi ingegneri di sviluppare un'alternativa al gas R1234yf.

 Infine l'Autorità Ambientale Tedesca UBA ha chiesto alla Commissione Europea una proroga di due anni per la direttiva MAC in modo che i Produttori di automobili siano in grado di sviluppare una valida alternativa (ovvero CO2) al gas HFO R1234yf.

Fonte: Reuters

In allegato il Comunicato stampa di Volkswagen Italia dove si dichiara l'adozione della CO2 come gas refrigerante dei condizionatori/climatizzatori per le auto del Gruppo VAG e che quindi non utilizzeranno l' HFO-1234yf. Il costo eccessivo del nuovo gas R1234YF che sta sostituendo l'R134 per questioni ambientali pare non piaccia ai produttori di auto.

La Mercedes seguita da altri costruttori tedeschi sta cercando un'alternativa e si torna a parlare di CO2 o R744.

Da un semplice annuncio Mercedes inizia a fare sul serio, la sperimentazione è andata avanti e recentemente Daimler Mercedes ha stretto i primi contratti con i fornitori di componentistica del settore per la produzione di un impianto in grado di funzionare con il gas naturale CO2.

Mercedes fa sul serio, tanto da arrivare a dichiarare che il primo veicolo ad uscire con l'impianto ad anidride carbonica sarà la Classe E, nel 2016.

Gli studi che Mercedes sta conducendo sono supportati da BMW, Daimler, Volkswagen e perfino da Toyota che ha già iniziato ad utilizzare l'R1234YF ritenuto però una soluzione "tampone", finchè la tecnologia alternativa non sarà disponibile.

Va però detto che altri importanti costruttori puntano a convertire tutti i nuovi modelli a R1234YF, parliamo di General Motors, Hyundai, Kia, Mitsubishi e PSA. 

La guerra fra i due gas sembra quindi iniziata, certo è che questa confusione non giova a chi questi impianti dovrà ripararli. Alcune domande sorgono spontanee, la prima è: Quale stazione di ricarica sostituirà quella ad R134? Dovrò averne addirittura tre in officina per caricare i tre differenti refrigeranti?

Le risposte arriveranno nei prossimi mesi, ma giusto per creare un po' di confusione è giusto accennare ad una notizia di questi giorni: "un nuovo gas compatibile con i limiti di GWP imposti dalla legge è in sviluppo, si tratta dell'R445A, molte importanti aziende del settore sono coinvolte nella sua sperimentazione e a sorpresa potrebbe essere proprio questo il sostituto dell'R134".

 


CONSULENZA
PROGETTAZIONE
FORNITURA
INSTALLAZIONE
ASSISTENZA


sfoglia la fotogallery

ULTIME REALIZZAZIONI

Image is not available

FOTOGALLERY LAVORI

Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available

" scrolling="auto">
Image is not available

... DI UN PROGETTO REALIZZATO PER UN CLIENTE DI PRESTIGIO COMPLETO DI FORNITURA E INSTALLAZIONE.


Image is not available

PROFESSIONALITA' E COMPETENZA
AL VOSTRO SERVIZO

... per passione

Via Fenadora , 2
32030 Fonzaso (BL)
P.I. 01150290250

Sede Legale :
Via della Fornace 10
Zona ind. Rasai - 32030 Seren del Grappa(BL)
Sede Operativa e Consegna Documenti:
Via Fenadora 2
32030 Fonzaso (BL)
Tel. 0439 1900336
Fax. 0439 1870015 Via Fenadora , 2
32030 Fonzaso (BL)
P.I. 01150290250

ASSISTENZA

Bruno Fontanelle
+ 39 346 - 7497307
+ 39 0349 1900336

email:

assistenza@sbsequipment.com

Bruno Fontanelle
+ 39 346 - 7497307
+ 39 0439 1900336
email:
assistenza@sbsequipment.com

E-mail : info@sbsequipment.com
Web : www.sbsequipment.com

Image is not available

SBS EQUIPMENT